Solbian fornitore ufficiale di Energy Observer

Solbian fornitore ufficiale di Energy Observer

14/05/2019

La prima nave a idrogeno impegnata nel giro del mondo, Energy Observer, è ad Amburgo per il suo 36° scalo, in questa occasione il team è orgoglioso di annunciare l'arrivo di un nuovo partner tecnologico, Solbian.

Nessuna emissione di gas serra o polveri sottili per Energy Observer, catamarano elettrico del futuro, impegnato nella spedizione Odyssey for the Future. Il percorso, della durata di 6 anni, ha l’intento di evidenziare le soluzioni sviluppate dai pionieri della transizione verso la sostenibilità.

Dopo le oltre 10.000 miglia nautiche percorse dal 2017 al 2018, la spedizione prosegue per il 2019 nel Nord Europa. Un viaggio durante il quale Energy Observer si è dotato di nuovissimi pannelli solari realizzati dalla torinese Solbian, un'azienda rinomata per la flessibilità e la durata dei suoi prodotti.

Energy Observer © Energy Observer - Antoine Drancey

 Pannelli solari innovativi per la nave del futuro 

Un vero laboratorio galleggiante, Energy Observer opera grazie a un mix di energia solare, eolica e idroelettrica. Durante i primi due anni di navigazione, il fotovoltaico si è rivelato la principale fonte di produzione energetica a bordo, presente con due diverse tipologie di pannelli: adattabili e bi-facciali. 

I primi, che seguono le curvature della nave, sono stati forniti da Solbian, il cui metodo di incapsulamento brevettato li rende non sono solo adattabili ma anche resistenti e leggeri. Se un pannello solare standard pesa fino a 20 kg per 300 W, quelli che equipaggiano Energy Observer, a pari potenza pesano solo 4 kg, un quinto dei pannelli tradizionali.

Tutti i pannelli adattabili installati su Energy Observer provengono dalla serie SP, moduli basati su silicio monocristallino le cui celle raggiungono il record di conversione del 24% di luce solare in elettricità. È proprio per questa tecnologia ad alte prestazioni che la nave ha integrato, durante il refit invernale 2018, 27m2 di pannelli solari aggiuntivi, tutti prodotti dall’azienda torinese.

"I pannelli solari Solbian sono essenziali per questo progetto, sono leggeri, flessibili e robusti e ci consentono di raccogliere energia dalla natura in ogni condizione meteorologica"– Hugo Devedeux, ingegnere dei sistemi presso Energy Observer.

Energy Observer - Arrival in Hamburg © Energy Observer - Marta Sostres

 Solbian, una promessa di indipendenza energetica 

Nel tempo l'innovazione, l'efficienza e la leggerezza sono diventate le caratteristiche essenziali dei prodotti Solbian. Con il motto “Freedom powered by the sun”, letteralmente ”La libertà alimentata dal sole", l'azienda esprime il suo intento principale: garantire l'indipendenza energetica a tutti i propri clienti. “La nostra partecipazione al progetto Energy Observer è un tassello che si inserisce in maniera del tutto naturale nel nostro percorso come azienda, ad accomunarci ad Energy Observer è una visione condivisa: un futuro migliore inizia da un maggiore rispetto dell’ambiente" afferma l’amministratore delegato di Solbian, Luca Bonci.

Informazioni su Energy Observer

Energy Observer è la prima nave a idrogeno che non emette gas a effetto serra, polveri sottili e rumore. Una vera e propria piattaforma sperimentale per le energie future. Con una combinazione di tre fonti di energia rinnovabile (sole, vento, idrocinetica) e due forme di stoccaggio (batterie e idrogeno), è il simbolo di una rivoluzione energetica in divenire, adattabile a tutti i territori e a tutte le latitudini. La missione della nave è quella di testare queste tecnologie all'avanguardia in condizioni estreme, per ottenere un feedback concreto su questo sistema energetico intelligente. Energy Observer sta attualmente conducendo un tour mondiale chiamato “the Odyssey for the Future" della durata di sei anni (2017-2022). Durante questo periodo visiterà 50 paesi e farà tappa in 101 porti per sensibilizzare l'opinione pubblica su aspetti chiave della transizione ambientale, in particolare: energie rinnovabili, biodiversità, mobilità e economia circolare, tutto questo grazie agli scali effettuati, i social media e una serie di documentari. Questo tour mondiale è guidato da Victorien Erussard, fondatore e capitano, nonché ambasciatore capo della Francia per i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite; al suo fianco Jérôme Delafosse, capo spedizione e direttore della serie di documentari. Energy Observer ha ricevuto l'Alto Patronato di Emmanuel Macron, Presidente della Repubblica francese, nonché il sostegno ufficiale dell'Unione Europea, UNESCO e IRENA.

www.energy-observer.org

Design: Tembo